I Marcatori Tumorali

I Marcatori tumorali sono sostanze presenti nel sangue o in altri campioni biologici che, in caso di tumore, possono risultare aumentati.

Teoricamente andrebbero richiesti solo come controllo di tumori già accertati tramite altre indagini per seguire l’evoluzione della massa tumorale. Un caso a sé è rappresentato dal PSA che può servire come esame per fare diagnosi di carcinoma prostatico.

In realtà questa visione non mi trova del tutto d’accordo. Innanzitutto ognuno di noi ha i “suoi” valori normali e quindi almeno una volta vale la pena eseguirli tutti o quasi. Molte volte ho trovato soggetti con livelli alti di Ca15-3 o Ca19-9 che sono risultati poi perfettamente normali e senza tumori di nessun tipo. Persone, in cui i “loro” valori normali sono differenti anche se un poco più alti.

Inoltre, troppo spesso ho trovato soggetti con markers dai livelli altissimi, segno di un tumore già molto avanzato, che se si fossero controllati prima avrebbero potuto prendere dei provvedimenti più precocemente, e si sa quanto in questi casi la velocità di intervento diventi vitale.

Al di là di queste considerazioni il loro utilizzo nella pratica medica è necessario per confermare una diagnosi di tumore, per il controllo della progressione della neoplasia o per avere un indice dell’efficacia della malattia dopo una chemio o radioterapia. L’aumento dei loro valori dopo rimozione del tumore deve fare sospettare la presenza di metastasi a distanza.

I marcatori tumorali principali sono:

CEA: marcatore aspecifico di diversi tipi di tumore

Alfafetoproteina: associato spesso a tumori epatici

Ca125: tumori dell’ovaio

Ca15-3: tumore al seno

Ca19-9: tumori dell’apparato gastrointestinali

TPA: aspecifico, associato a patologie del fegato

NSE: carcinoma polmonare a piccole cellule (microcitomi)

Beta-Hcg: malattia trofoblastica gestazionale e tumori a cellule germinali

Calcitonina: carcinoma midollare della tiroide

Tireoglobulina: controllo dopo tiroidectomia per tumori tiroidei

He4: tumori dell’ovaio, insieme al Ca125 viene utilizzato per il calcolo dell’indice Roma (probabilità recidive)

Cyfra21-1: tumori polmonari del tipo NSCLC

Ca72-4: tumori dell’ovaio, del polmone, del colon, della mammella, stomaco e pancreas

Ca50: tumori delle vie biliari, rene, vie urinarie, carcinoma della vescica, utero e prostata

PAP: tumori della prostata

PSA: tumori della prostata

SCC: carcinoma a cellule squamose della cervice uterina

CYFRA 21-1: tumori polmonari del tipo NSCLC

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.